COMUNICAZIONE ORTOTTISTI

0
263

Alle Commissioni di albo Ortottisti

Ai Referenti dei Gruppi FNO per la professione di Ortottista pc

Presidenti Ordini TSRM e PSTRP

Commissione di albo nazionale Ortottisti

Presidente FNO TSRM e PSTRP

 

Gentili,

ieri sera si è conclusa la procedura di invio del documento di posizionamento della professione sanitaria di Ortottista esitato dalla nostra Federazione il 22 dicembre 2022 a

Ministeri

Assessorati regionali alla sanità

AgeNaS Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani

Associazione nazionale Magistrati

Consiglio nazionale dei Giornalisti

Consiglio nazionale forense

Federazioni Professioni Sanitarie (FNOMCeO Federazione Nazionale Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, FNOVI Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani, FOFI Federazione Nazionale Ordini Farmacisti Italiani, FNOPI Federazione Nazionale Ordini professioni Infermieristiche, FNOPO Federazione Nazionale della professione ostetrica, CNOP Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi, FNOB Federazione Nazionale degli Ordini dei Biologi, FNCF Federazione nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici, FNOFI Federazione Nazionale Ordini Fisioterapisti)

FIMMG Federazione Italiana dei Medici di Medicina generale

FIMP Federazione Italiana Medici Pediatri.

Nel documento sono stati modificati alcuni refusi, si chiede quindi di aggiornare le pagine dei siti, ove è ospitato senza il diretto collegamento alla pagina della Federazione:

https://www.tsrm-pstrp.org/wp-content/uploads/2022/12/Documento-posizionamento-FNO-TSRM-e-PSTRP-Ortottista-assistente-di-oftalmologia.pdf

Il documento è stato di interesse per alcuni specifici argomenti ma è rilevante per tutti i suoi contenuti,  per esempio 2.6 Timbro e firma professionale:

Il professionista sanitario iscritto all’Ordine rilascia la propria rendicontazione delle valutazioni e/o trattamenti; questa deve essere firmata con il solo titolo che abilita a compiere tali atti, quindi le valutazioni e i trattamenti compiuti in virtù della professione di Ortottista vanno firmate con il solo titolo di Ortottista secondo le indicazioni espresse dalla circolare FNO TSRM e PSTRP 111/2020 sul timbro professionale. Altri titoli professionali, parimenti ai titoli di studio acquisiti, possono essere inseriti nello spazio apposito nel frontespizio per le informazioni curricolari della carta intestata professionale.

Il professionista iscritto all’Ordine nell’esercizio della professione non usa titoli accademici o professionali non attinenti all’oggetto della professione, con particolare attenzione a titoli di professioni non regolamentate in Italia.

Auspichiamo attenta vigilanza e a tal fine ricordiamo gli articoli

  1. del nostro codice deontologico (CD)

Art. 14 – È vietata ogni forma di comparaggio.

Art.56 – L’Ortottista – assistente di oftalmologia collabora con le istituzioni pubbliche al fine di una corretta informazione sanitaria ed una corretta educazione alla salute.

Art.59 – Doveri di collaborazione

L’Ortottista eletto negli organi istituzionali dell’Associazione* deve adempiere all’incarico con diligenza e imparzialità nell’interesse della collettività e osservare prudenza e riservatezza nell’espletamento dei propri compiti.

Art. 64 – Violazione di norme e principi da parte di enti e strutture

L’Ortottista – assistente di oftalmologia qualora verifichi un contrasto tra le norme deontologiche e quelle proprie dell’Ente per cui presta la propria attività professionale, deve chiedere l’intervento dell’Associazione.*

*il CD, in corso di revisione, fa riferimento a quello del 2012 dell’Associazione all’epoca Associazione Maggiormente Rappresentativa

 

  1. della nostra Costituzione etica:

Articolo 13 Conflitti di interesse

Il professionista sanitario dichiara le eventuali condizioni di conflitto di interesse, riguardo aspetti economici e di altra natura, che è possibile si manifestino negli interventi sanitari, nella ricerca, nella divulgazione scientifica, nella formazione, nell’aggiornamento professionale, nell’attività di consulenza, nell’esercizio di funzioni pubbliche e nei rapporti con industrie, enti, organizzazioni, istituzioni, nonché con la pubblica amministrazione.

Il professionista sanitario evita ogni azione nei casi in cui sia a conoscenza di evidenti condizioni di conflitto di interesse.

Articolo 27 Informazione nelle reti digitali

Il professionista sanitario, anche nell’utilizzo delle reti digitali, rispetta le regole della corretta informazione, mantiene elevati standard tecnico-scientifici e adotta uno stile di comportamento etico nella comunicazione delle informazioni e della pubblicità sanitaria.

Il professionista sanitario mantiene aggiornate le informazioni nelle reti digitali, attingendo alle evidenze scientifiche e alle fonti istituzionali in costante evoluzione, a tutela della persona e della comunità.

Quando il professionista utilizza, a qualunque titolo, le reti digitali, il web e i social media, mantiene e tutela la dignità, l’onore, il decoro e la reputazione propri e della professione, nei confronti della persona e della comunità, dei colleghi di tutte le professioni, degli ordini professionali, delle istituzioni in genere.

Articolo 44 Trattamento dei dati personali

Il professionista sanitario acquisisce, detiene e tratta i dati personali nel rispetto della riservatezza e per le esclusive finalità del progetto di cura e si astiene dal diffonderli con qualsiasi mezzo, comprese le reti digitali, come il web e i social-media.

Il professionista sanitario garantisce l’anonimato e la non identificazione della persona nella ricerca e nella didattica, nelle pubblicazioni e comunicazioni scientifiche.

Articolo 48 Equità e non conflittualità

Il professionista sanitario promuove la cultura della non conflittualità quale espressione dell’equità e si impegna, in caso di controversie con la persona assistita, le persone di riferimento o i colleghi, a trovare soluzioni condivise, anche attraverso procedure di conciliazione.

 

Ci Auguriamo che la nostra professione possa essere di riferimento e  di inclusione  per  quanti presentano problematiche della visione e che ognuno di noi sia guida per i Colleghi.

Cari saluti

Lucia Intruglio

Presidente Commissione di albo nazionale degli Ortottisti.

Commissione di albo nazionale degli Ortottisti 
 
 
“Le informazioni contenute nel messaggio che precede sono da considerarsi riservate e sono destinate esclusivamente al destinatario sopra indicato, il quale è l’unico autorizzato ad utilizzarle, copiarle e, sotto la propria responsabilità, diffonderle. È fatto espresso divieto di visionare, utilizzare, copiare o diffondere le informazioni contenute nel messaggio che precede per chiunque non sia l’effettivo destinatario della presente comunicazione o la abbia ricevuta per errore. Chiunque ricevesse questo messaggio per errore è pregato di rispedirlo a mezzo posta elettronica al mittente, informandolo immediatamente dell’errore, e di distruggerlo unitamente agli eventuali documenti allegati. Il titolare del trattamento dei dati personali è la Federazione nazionale Ordini TSRM e PSTRP, nella persona del Presidente p.t. (via Magna Grecia 30/A, 00183 Roma, tel. 06/77590560, federazione@tsrm.org). Il titolare del trattamento ha nominato l’Avv. Saverio Colabianchi del Foro di Roma quale responsabile della protezione dati (responsabileprotezionedati@tsrm-pstrp.org). Il titolare del trattamento ed il responsabile della protezione dati possono essere contattati al fine di ottenere le informazioni relative al trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679. L’interessato ha diritto di accesso ai dati personali; di ottenere la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano; di opporsi al trattamento; alla portabilità dei dati; di revocare il consenso; di proporre reclamo all’autorità di controllo.”